INDUSTRIA AGROALIMENTARE

PROSSIME SELEZIONI 23 LUGLIO E 16 SETTEMBRE  2021

Tecnico superiore responsabile delle produzioni e delle trasformazioni agrarie, agro-alimentari e agro-industriali – AGRO TECH SPECIALIST

Il corso è soggetto all’approvazione della Regione FVG

Forma tecnici specializzati nelle tecnologie applicate agli impianti, macchine e attrezzature delle aziende agricole, in particolare vitivinicole, sempre più orientate al 4.0. Digitalizzazione, tecniche di acquisizioni di dati, intelligenza artificiale, utilizzo dei droni in agricoltura, sistemi GIS di georeferenziazione, agricoltura di precisione: nuove tecnologie per una gestione del vigneto sempre più di agroecologica, sostenibile e di qualità

 

COMPETENZE TECNICO - SPECIFICHE

  • hide

    Saper intervenire su impianti, macchine e attrezzature aziendali nel modo più idoneo e nel rispetto delle procedure di impiego e delle norme di sicurezza, curandone anche le norme basiche di manutenzione

  • hide

    Sviluppare competenze tecniche per l’innovazione tecnologica e strumentale orientate all'agricoltura di precisione ( es: gestione e interpretazione dati, intelligenza artificiale , gestione ed utilizzo dei Droni, GIS, telerilevamento,  gestione ed utilizzo di sensori multi parametrici,...)

  • hide

    Eseguire interventi tecnici ed agronomici, utilizzando le tecniche più adeguate e scegliendo il momento migliore per condizioni climatiche, stadio di sviluppo e condizioni fitopatologiche della coltivazione dell’uva da vino e da tavola

  • hide

    Sviluppare competenze tecniche per promuovere progetti di sviluppo di bioeconomia in agricoltura per un agroalimentare più sostenibile

 

SCARICA LA PRESENTAZIONE

SCARICA IL BANDO

ISCRIVITI

 

CONOSCI IL SETTORE

GESTIONE AGROECOLOGICA DEL VIGNETO  

Un percorso tra agricoltori, tecnici, consumatori, amministratori locali.

L'agroecologia è definita dall'OCSE (Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico) come «lo studio del rapporto fra coltivazioni agricole e ambiente». Più in generale consiste nell'applicazione dei principi ecologici alla produzione agricola ed è nel contempo una disciplina scientifica, un movimento sociale e una pratica agricola. Quali sono oggi le varie pratiche agroecologiche disponibili e le possibili applicazioni alla produzione viticola, quali le azioni da intraprendere per valorizzare gli aspetti agricoli, ambientali, paesaggistici e sociali delle coltivazioni in aree antropizzate? Federico Bigaran illustra i benefici ecosistemici di questo approccio e alcuni metodi per la loro valutazione con esempi realizzati nel biodistretto della Valle dei Laghi in Trentino.

QUANDO L’AGROALIMENTARE DIVENTA CIRCOLARE E SOSTENIBILE  

La sostenibilità, sia economica, sociale che ambientale, sta orientando le pratiche produttive e di consumo dei beni agroalimentari, come dimostra – ad esempio – la crescita del fenomeno dell’agricoltura biologica e l’attenzione europea alla promozione dell’economia circolare. Francesco Marangon, economista agrario docente presso l’Università degli Studi di Udine, introduce i temi dell’economia circolare e dello sviluppo sostenibile con particolare riferimento al settore agroalimentare.

OPPORTUNITÀ PER LE AZIENDE VITIVINICOLE CON IL PIANO INDUSTRIA 4.0  

Il piano nazionale Industria 4.0 dà anche alle aziende vitivinicole opportunità per migliorare i propri processi. Sono infatti numerosi i finanziamenti che suggeriscono e sostengono l’innovazione in chiave tecnologica, attraverso processi che fanno uso di nuove macchine ‘intelligenti’ e di infrastrutture interconnesse, o con il miglioramento dei sistemi di trattamento dei dati, o ancora con l’ideazione di nuovi servizi basati sull’elaborazione delle informazioni. Dopo aver introdotto i concetti generali di Industria 4.0 e i processi tipici dell’ambito vitivinicolo, Anna Marzona descriverà, calandoli nel caso di una realtà rappresentativa delle aziende del Collio, quali sono le linee di innovazione più promettenti in questo particolare contesto economico.

AGRICOLTURA: COSA PERMETTONO LE TECNOLOGIE INNOVATIVE  

Trattori a guida autonoma, droni che conducono gli animali in stalla, macchine automatiche per l’agricoltura di precisione, sono solo alcuni esempi di strumenti innovativi in agricoltura. Quali sono le soluzioni tecnologiche che permettono all’agricoltore di ottenere maggiore efficienza e qualità nelle produzioni? Michela Vello, dottore di ricerca in meccanica agraria, ci parla di queste ed altre soluzioni che aiutano il monitoraggio ambientale e le attività in campo per risparmiare tempo, fatica ed essere più efficienti. Perché l’agricoltura non è più solo un lavoro a contatto con il terreno e gli animali da allevamento.

Il progetto formativo

  • rispetta le condizioni che permetteranno l’attivazione di contratti di alto apprendistato durante il 2^ anno del corso;
  • può essere modificato dal Comitato di Progetto in relazione a specifiche esigenze del settore produttivo.

PIANO DI STUDI

In allegato il quadro orario


Allegati

Il progetto formativo rientra nel Programma Operativo Regionale cofinanziato dal Fondo Sociale Europeo