Language policy

LANGUAGE POLICY

Il MITS PROMUOVE

A) LO SVILUPPO DELLE CONOSCENZE E COMPETENZE ALMENO IN UNA SECONDA L2

A.1) nei corsisti per mezzo di:

a) specifici moduli linguistici curricolari della durata minima di norma di 80 ore (Making an  indipendent use of english e Using English as a tecnical language)

b) specifici moduli linguistici extracurricolari della durata minima di norma di 40 ore;

c) promozione la l’insegnamento in lingua inglese anche in parte delle ore del modulo formativo e/o l’uso di manuali e libretti tecnici d’uso in lingua inglese;

d) la partecipazione a convegni a contenuto tecnico di ambito internazionale, anche organizzato dai  partner della Fondazione;

e) testimonianze di imprenditori non italofoni di aziende anche non socie della Fondazione;

f) valorizzazione nell’Albo Formatori dei candidati all’insegnamento che hanno maturato esperienze lavorative e/o di collaborazione con aziende con sedi in paesi esteri;

g) promozione della partecipazione a stage formativi curricolari presso aziende che operano in paesi esteri;

h) sostegno con borse di studio la partecipazione a stage formativi extracurricolari estivi presso aziende che operano in paesi esteri;

i) partecipazione a progetti PIPOLE in paesi esteri;

l) partecipazione a Progetti ERASMUS +, con attivazione della procedura prevista nelle fasi di preparazione, implementazione delle attività di mobilità e follow-up..

 

A: 2) nello staff per mezzo di:

a) visite presso centri di ricerca/aziende con sedi in paesi esteri;

b) partecipazione con la collaborazione di enti locali a delegazioni in visita in paesi esteri;

c) partecipazione a convegni a contenuto tecnico di ambito internazionale, anche organizzato dai partner della Fondazione.

d) partecipazione a Progetti ERASMUS +, con attivazione della procedura prevista nelle fasi di preparazione, implementazione delle attività di mobilità e follow-up.

 

B) LO SVILUPPO DI COMPETENZE RELAZIONALI IN AMBITO INTERCULTURALE

B.1 ) nei corsisti per mezzo di:

a) accoglienza e sostegno all’inserimento nei propri corsi formativi di studenti di cittadinanza non italiana;

b) la diffusione di informazioni su iniziative di formazione in ambito interculturale organizzate dai soci della Fondazione;

c) promozione della partecipazione a stage formativi curricolari presso aziende che operano in paesi esteri;

d) sostenendo con borse di studio la partecipazione a stage formativi extracurricolari estivi presso aziende che operano in paesi esteri;

e) la partecipazione a progetti PIPOLE in paesi esteri;

f) la partecipazione a Progetti ERASMUS +, con attivazione della procedura prevista nelle fasi di preparazione, implementazione delle attività di mobilità e follow-up.

 

B.2)  nello staff per mezzo di:

a) diffusione di informazioni su iniziative di formazione in ambito interculturale organizzate dai soci della Fondazione;

b) visite presso centri di ricerca/aziende con sedi in paesi esteri per confronto best practices

c) partecipazione con la collaborazione di enti locali a delegazioni in visita in paesi esteri per confronto best practices ;

d) partecipazione a Progetti ERASMUS +, con attivazione della procedura prevista nelle fasi di preparazione, implementazione delle attività di mobilità e follow-up.

 

 

Il progetto formativo rientra nel Programma Operativo Regionale cofinanziato dal Fondo Sociale Europeo